Assicurazioni auto e scadenze

Assicurazioni auto e scadenze

Assicurazioni auto e scadenze

Quante volte, in prossimità dall’essere fermati da un vigile, cominciamo a pensare a tutta la serie di documenti da dover esibire, e un pensiero va all’assicurazione? Involontariamente, potrebbe capitare di aver ignorato o completamente rimosso la sua data di scadenza… Circolare con la propria auto e l’assicurazione scaduta, si sa, è un rischio.

Se fermati per la polizza scaduta, le conseguenze da pagare, sono pesanti. Non solo si rischia il sequestro del veicolo e una sanzione tra gli 841€ e i 3.287€, ma in caso di incidente con colpa, si finisce davvero in guai piuttosto seri.

Cosa succede se la polizza auto è scaduta da meno di 15 giorni?

Se le assicurazioni auto economiche, risultano essere scadute da meno di due settimane, allora si può stare relativamente tranquilli. In questi casi, si rischia solo un ammonimento e generalmente, una multa di circa 200€. Durante i 15 giorni successivi alla scadenza di una polizza assicurativa annuale, infatti, la copertura rimane comunque attiva. In caso di incidente con colpa, è ancora la vecchia compagnia assicurativa a pagare l’eventuale risarcimento dovuto alla controparte.

Cosa succede se la polizza auto è scaduta da più di 15 giorni?

Ecco cosa succede, se si viene colti in giro, con un’auto dotata di una polizza scaduta ormai da più di 15 gironi: per chi circola senza la copertura Rca obbligatoria per Legge, l’articolo 193 del Codice della Strada, prevede innanzitutto il sequestro del veicolo. Solitamente, a proprie spese, un carro attrezzi viene chiamato per prelevare la propria auto, che verrà rilasciata in un deposito sicuro.

A questo punto si può scegliere tra due alternative. Si può dire addio alla propria auto e di conseguenza, ci si impegna per farla demolire entro 30 giorni dalla contestazione della violazione, oppure la si può riprende pagando. Nel primo caso verranno riconsegnati sia il veicolo che i documenti, ma solo in seguito al pagamento di una cauzione che sia pari al minimo della sanzione prevista, e cioè, 841€. Una volta effettuata la demolizione, la cauzione verrà restituita, fatta eccezione per il 25% (ca. 210€) che sarà trattenuto come sanzione pecuniaria.

Se invece, non si ancora arrivati alla decisione di volersi disfare della propria auto, allora bisogna sapere, che il costo sarà ancora più alto. Oltre alla sanzione minima di 841€ si dovrà pagare tutte le spese di prelievo, trasporto e custodia dell’auto presso il deposito. Inoltre, si dovrà rinnovare subito la precedente polizza assicurativa per almeno sei mesi.

 

admin

I commenti sono chiusi

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close