Le vetrate panoramiche a Roma: scegliere quella giusta

Per aumentare la metratura della casa o dell'appartamento, sia a Roma che nel resto del l’Italia, si può ricorrere all'uso delle vetrate panoramiche. Sai cosa sono e come si usano?

Cosa sono le vetrate panoramiche

Per prima cosa scopriamo qualcosa in più sulle vetrate panoramiche. Si tratta di installazioni che vengono fatte su balconi, terrazze e anche verande per isolarle dall'ambiente esterno. Sono realizzate in vetro a pannelli e grazie a questo isolamento il terrazzo, balcone o veranda, può essere utilizzato sia d'estate che d'inverno come locale in più. Se non utilizzi molto questo spazio esterno e, al contrario, vorresti avere uno spazio maggiore, dove poter realizzare un piccolo ufficio, uno studio, o un salottino, o anche una sala giochi per i bambini, puoi farti fare un preventivo a Roma per le vetrate panoramiche.

Tipi di vetrate panoramiche

Ci sono due tipi di vetrate panoramiche: a scorrimento oppure a pacchetto. Entrambe si basano sullo scorrimento dei pannelli in binari, uno sopra e uno sotto i vetri. Nel primo caso però i pannelli scorrono uno dietro all'altro e una parte del balcone resta comunque chiusa dai vetri. Nel secondo modo i pannelli scorrono a libro, come una porta a soffietto, e vengono posizionate impilate una davanti all'altra in un angolo. In questo modo il balcone, o la veranda, vengono aperte completamente. Di solito per i balconi e i terrazzi delle abitazioni vengono utilizzate vetrate a scorrimento mentre per verande e luoghi pubblici sono più indicate le vetrate a pacchetto, a libro.

Come si posano le vetrate panoramiche

Aziende specializzate nella Capitale installano le vetrate, ma prima occorre chiedere i permessi al comune di Roma. Con l'impiego di vetrate panoramiche si amplia l'area dell'appartamento e si devono applicare le normative sull'edilizia e le ristrutturazioni in modo che tutto venga fatto in modo regolare. In ogni caso un'azienda esperta nel settore saprà guidarvi nella richiesta di permessi e nella presentazione di documentazioni. Se si installa una vetrata panoramica si ha diritto ad una detrazione fiscale del 50% sull'IRPEF in riferimento al costo totale della nuova installazione. Una volta fatto un preventivo e accettato, l'azienda posa le vetrate nel giro di pochi giorni.

In conclusione

I figli crescono, le esigenze cambiano, a volte non si può cambiare casa, ma si possono utilizzare quegli spazi poco sfruttati. Un terrazzo o un grande balcone, come si diceva, può essere utilizzato meglio con l'installazione delle vetrate panoramiche facendolo diventare una stanza confortevole a tutti gli effetti.

Le lavastoviglie Miele, elettrodomestici di alta qualità

Miele è da sempre garanzia di qualità nella progettazione e realizzazione di elettrodomestici per uso domestico e professionale e tra questi spiccano i diversi modelli di lavastoviglie in grado di adattarsi al design e alle caratteristiche specifiche di ogni cucina.

L’azienda ha realizzato lavastoviglie libere e da incasso, di diversa altezza e larghezza in modo tale da soddisfare le esigenze e le richieste di ogni singolo cliente, sia in base allo spazio a sua disposizione nella cucina, sia in funzione dei quantitativi di piatti e stoviglie che dovranno essere lavati e sanificati. Inoltre l’azienda realizza anche tutti gli accessori necessari per il corretto uso e funzionamento dell’apparecchiatura come i cestelli e i loro inserti che permettono ad ogni cliente di suddividere lo spazio interno nella maniera più funzionale possibile e i detersivi originali che vanno ad ottimizzare i risultati.

I modelli realizzati da Miele si distinguono nettamente dagli altri prodotti presenti sul mercato per una serie di caratteristiche distintive che mettono in luce l’attenzione e l’assidua ricerca svolta dall’azienda per essere sempre all’avanguardia. Innanzitutto il cassetto 3D per le posate brevettato in grado di contenere posate e di ogni dimensione, anche molto grandi, perchè può essere esteso nelle tre dimensioni. I modelli più ricercati, poi, presentano il cassetto 3D+ che può essere ampliato anche nella parte centrale, così da diventare ancora più ampio. Le lavastoviglie, poi, sono prive di maniglie per l’apertura e questo fa sì che sia ancora più semplice integrarle nell’arredamento (si tratta di una esclusiva aziendale). Altra esclusiva è il sistema di apertura AutoOpen che assicura in totale sicurezza l’apertura dello sportello dell’elettrodomestico al termine di ogni programma di lavaggio, quando le stoviglie sono ormai perfettamente asciutte. Inoltre il sitema BrillantLight determina l’accensione automatica di quattro luci a LED per facilitare le operazioni di carico e scarico del cestello. Innovazione è anche libertà di utilizzo, infatti è possibile collegare la lavastoviglie, così come molti altri elettrodomestici Miele, alla rete Miele@home per poter comandare a distanza il loro funzionamento in modo totalmente sicuro tramite un pratico telecomando.

Miele ha a cuore l’ambiente perciò i suoi elettrodomestici minimizzano l’impatto che possono avere sull’ecosistema. Ecco perchè il lavaggio avviene con acqua fresca con un consumo che, a seconda dei modelli, utilizza da 6,5 litri di acqua in su. Allo stesso modo, le migliori prestazioni e la garanzia di lavaggio e asciugatura sono ottenute con un ridotto consumo energetico, anche grazie all’accumulatore di calore EcoTech (la riduzione dei consumi è del 20% rispetto alle lavastoviglie classificate come AAA+). Tutte queste riduzioni dei consumi si traducono, naturalmente, non solo in una diminuzione dell’impatto negativo sul mondo circostante, ma anche in un notevole risparmio economico.

Tutti i modelli di lavastoviglie Miele possono essere utilizzati per lavare in maniera impeccabile anche i bicchieri più delicati, come gli eleganti calici di cristallo per il vino. I bicchieri risulteranno puliti, asciutti e brillanti, senza il rischio e il pericolo di danneggiarli o di lasciare sulla loro superficie delle spiacevoli rigature orizzontali. Gli ottimi risultati sono reclamizzati e testimoniati non solo dai consumatori, ma anche dai principali marchi produttori di cristallerie.

Porte Blindate ed infissi: un bene per la propria sicurezza

Quando si abita in una grande città è difficile sentirsi al sicuro al 100%. Eppure, ci sono delle opzioni che potrebbero far sentire un minimo più tranquilli. Comprare e far installare per la propria casa porte blindate e infissi sicuri. In questo modo si definisce un buon livello di sicurezza antieffrazione. Inoltre, quando si scelgono i vari tipi di porte e finestre bisogna farlo in funzione del proprio contesto abitativo, della posizione geografica, della facilità di accesso, del grado di illuminazione e della frequenza di passaggio nella zona.

È necessario verificare che il livello di sicurezza sia certificato e garantito sia dall’azienda produttrice della porta che dall’azienda che si occupa del servizio di installazione, quest’ultima è determinante per garantire in opera tutti i vantaggi che si richiedono.

Porte Blindate: 6 classi antieffrazione

Le porte blindate sono divise in 6 livelli di sicurezza, determinati in base allo svolgimento e alla simulazione di reali tentativi di attacco che un ladro può effettuare su una porta blindata.

Questi livelli di sicurezza sono chiamati classi antieffrazione e sono i seguenti:

Classe Antieffrazione 1. Una porta blindata di classe 1 è una porta in grado di resistere a uno scassinatore improvvisato o principiante e può essere scelta come porta caposcala di magazzini o cantine

Classe Antieffrazione 2. È in grado di resistere a uno scassinatore ed è indicata per essere utilizzata come porta caposcala in uffici e edifici industriali.

 Classe Antieffrazione 3. Può resistere a un ladro di una certa esperienza e può essere utilizzata come porta di appartamenti condominiali. 

Classe Antieffrazione 4. Può respingere gli attacchi di scassinatori esperti ed è adatta alla protezione di case indipendenti o semi-indipendenti, villette, o di appartamenti condominiali con un rischio alto.

Classe Antieffrazione 5. è in grado di resistere ad attacchi di ladri molto esperti ed è indicata per la protezione di banche, gioiellerie, orologerie. 

Classe Antieffrazione 6. È il livello di sicurezza massimo. Questo tipo di porte resistono a scassinatori professionisti ed è adatta alla protezione di banche, orologerie, ambienti militari e ambasciate.

Infissi: Pvc e le sue qualità

Per quanto riguarda gli infissi, il materiale che sta avendo maggior successo è il PVC.

Grazie alla sua resistenza, impermeabilità e al costo contenuto, il PVC ha rimpiazzato nel tempo materiali tradizionali più costosi e soprattutto più difficili da lavorare e da manutenere.

La vendita di Infissi in Pvc a Roma sta aumentando anno dopo anno e con ottimi risultati.

Nelle grandi città la vendita di Porte Blindate e infissi è elevata, come, appunto, la vendita d’infissi a Roma, a Milano e in altre grandi città. Ovviamente, in tutto ciò, non bisogna tralasciare il fatto che non bisogna vivere in una grande città per sentirsi più al sicuro.

Tapparelle: facciamo qualche precisazione

Non è certo difficile trovare dove comprare tapparelle: Milano, Torino, non c’è centro urbano che non abbia decine di punti vendita dove acquistarne di ogni genere e tipo. Anzi: è proprio per via di questa varietà notevolissima che può diventare complicato prendere una decisione definitiva, scegliere quale sia il modello che va ad adattarsi perfettamente all’arredamento e all’architettura della nostra casa. Proviamo a districarci fra tante varietà!

– Gli avvolgibili
Gli avvolgibili li conosciamo sicuramente: non ci sono modelli più popolari e diffusi, nelle case moderne. Solitamente, sono composti di barre di PVC, collegate in modo da arrotolarsi in un cilindro compatto, situato sopra l’infisso. Ve ne sono sia di modelli che, anche da chiusi, lasciano passare un poco di luce attraverso apposite fessure, sia di tipi che compongono una parete completamente chiusa. Non è difficile capire perché siano tanto popolari: sono solidi, resistenti anche con pochissima manutenzione, e costano poco.

– Le veneziane
Probabilmente, anche se non ne abbiamo in casa, le conosciamo e le abbiamo viste più volte. Le veneziane sono fatte di striscette di materiale rigido (metallo, tipicamente alluminio, legno, o l’onnipresente PVC) collegate in modo da poter ruotare su se stesse, e ora lasciar passare la luce completamente, ora chiudersi in una parete intera. I modelli in alluminio vengono soprattutto utilizzati negli uffici, ma spesso, in casa, trovano applicazione nei bagni e nelle cucine. I modelli in legno, che di solito sono fatti di balsa o di bambù, legni leggerissimi, sono molto eleganti e di classe, sia quando lasciati del colore naturale sia quando dipinti di bianco, ma purtroppo soffrono molto l’umido. Per quanto invece riguarda i modelli di PVC, sono decisamente i più resistenti e solidi, soprattutto perché immuni a usura e umidità e semplicissimi da pulire.

– I sistemi a pacchetto
I sistemi a pacchetto sono talvolta chiamati anche “alla Romana”. Sono realizzati interamente in stoffa, spesso di Cotone o Lino, ma recentemente anche in Poliestere; tale stoffa è montata con cordicelle in modo che, tirandole, salga piegandosi a strati. Sono molto eleganti e soprattutto, vista la varietà di stoffe disponibili, molto adattabili a qualsiasi ambiente sia per colore che per fantasia; Inoltre, da un punto di vista funzionale, permettono una buona regolazione del passaggio della luce.

Rubinetteria da bagno: una linea per tutti i gusti

All’interno di ogni abitazione, l’attenzione per le caratteristiche del bagno è senza dubbio sempre più accurata. Di fatto si cerca sempre di trovare il giusto connubio tra stile ed eleganza di forme al locale e al suo arredo, ricercando la rubinetteria da bagno idonea alle diverse aspettative. Pertanto i produttori ricercano continuamente la perfezione e lo stile innovativo. La rubinetteria da bagno quindi è un componente di quello stile che sempre migliorerà con l’avanzare del progresso. Soggettivamente ogni individuo è diverso, quindi, ogni persona possiede una preferenza dettata dalle proprie esigenze, aspettative, caratteristiche visive e misurabili; ed è qui che le diverse catene di produzione intervengono, mediante sondaggi, analisi di mercato e statistiche di popolazione, cercano dunque di creare la rubinetteria da bagno che più si avvicina all’arredo complementare perfetto.

Quando si parla di rubinetteria da bagno, si parla di una determinata linea di prodotto che consta in diverse parti: il miscelatore è l’elemento funzionale che porta dalla tubazione centrale l’acqua nel bagno. Questo è senza dubbio l’esempio lampante di come la rubinetteria da bagno sia sempre in costante evoluzione; modelli affusolati, rettangolari, lunghi, corti e speciali, e ciascuno di essi viene considerato nel suo insieme, dalla forma, dalla cromatura, dalla linea e l’eleganza. Il miscelatore è azionabile mediante leve o viti che regolano l’afflusso di acqua corrente e la temperatura della stessa. Nel complesso anche le viti e le leve rientrano nel concetto di design ricercato, in quanto la loro implementazione nella rubinetteria da bagno è soggetta anch’essa a costante ricerca tecnologica.

La rubinetteria da bagno dunque rappresenta la ricerca di stile ed eleganza a cui ogni individuo aspira per abbellire e rendere “bello” il proprio locale. Ricercando quindi la linea di prodotti che soggettivamente soddisfano le sue richieste; stà all’azienda produttrice prevedere e creare il modello che ogni individuo considera perfetto.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close