Tag smaltimento di rifiuti speciali a roma

Gestione e smaltimento dei rifiuti

Gestione e smaltimento dei rifiuti

Negli ultimi decenni si è verificato un esponenziale aumento dell’uso di beni di consumo e un conseguente aumento della produzione di rifiuti che vanno dall’essere innocui a pericolosi.
In generale, tuttavia, qualsiasi cosa che venga classificata e considerata un rifiuto andrebbe smaltita correttamente, nel nostro piccolo attraverso la raccolta indifferenziata ed in casi particolari rivolgendosi alle agenzie competenti.
Il problema dello smaltimento dei rifiuti è stato spesso oggetto di cronaca negli ultimi anni, soprattutto per la situazione del Sud Italia che vede spesso la diffusione di immagini in cui le strade appaiono sommerse dai rifiuti.
Nel 1997, con il decreto Ronchi, per la prima volta in Italia si parlò della corretta gestione dei rifiuti portando, nel 2006, alla creazione di un Decreto Legislativo chiamato ‘’testo unico ambientale’’.

Classificazione dei rifiuti

I rifiuti, per una questione di comodità, sono stati classificati in modo tale da renderne più semplice la gestione.
Una prima ‘’classe’’ è quella dei rifiuti solidi, intendendo con essi tutti i diversi tipi di sostanze e oggetti di scarto e per questo non più riutilizzabili.
A loro volta essi vengono classificati in base alla provenienza e nocività in:
-urbani domestici, ovvero quelli prodotti all’interno delle proprie case;
-urbani stradali, quelli che si trovano su strade ed aree pubbliche;
-speciali, si tratta di tutti quei rifiuti provenienti da attività industriali, agricole, artigianali e commerciali tra cui quelli provenienti da ospedali, centri estetici, veicoli e materiali di demolizione o scavi.
Nel caso specifico di questa tipologia entra infatti in gioco la necessità di rivolgersi a terzi per il loro smaltimento, in questo caso ad agenzie come Nieco, che si occupa dello smaltimento rifiuti speciali a Roma.
-pericolosi, ovvero tutti quelli che contengono sostanze dannose e costituiscono un rischio per l’ambiente e la salute umana.
Metodi di smaltimento
Esistono vari metodi per smaltire i rifiuti ed ecco i principali:
-Le discariche: l’Italia rimane uno dei pochi paesi industrializzati ad utilizzare ancora le discariche anziché altri metodi, si tratta infatti del sistema più semplice ed economico che consiste nell’ottenere una demolizione naturale anaerobia della sostanza organica.
-Incenerimento: anche questo è un metodo molto diffuso e consiste nella distruzione dei rifiuti solidi per mezzo del calore ad una temperatura superiore ai 1000° C, portando alla formazione di materiale inerte (cenere, scorie…)
Non può ovviamente mancare in questa lista la raccolta differenziata che consiste, successivamente, nel riutilizzo dei prodotti per la creazione di nuovi creando dei veri e propri cicli a vantaggio dell’ambiente.
 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close