I dati statistici per il 2020 nel settore turistico delle marche

Le Marche sono una deliziosa regione nel cuore dell'Italia, di antica origine e con patrimoni architettonici di tutto rispetto, affaccia sul Mar Adriatico ed è forgiata da una parte di Appennini. Terra di cultura e di sapienza, hanno visto qui i natali, molti personaggi storici di spicco, come Giacomo Leopardi, Raffaello, Giovan Battista Pergolesi, Giocchino Rossini, dalla poesia all'arte, dall'architettura alla musica, non si sono fatti mancare niente questi marchigiani.
La amerete sia che preferite vacanze al mare, sia che vi piaccia la montagna, se cercate luoghi d'arte sarete comunque accontentati, non manca nulla.
E' questa grande varietà che nel tempo ha reso le Marche e le sue città il posto giusto per ogni turista, che sia italiano o straniero, trovava appagamento alla sua ricerca recandosi in questi posti.
Purtroppo il turismo nelle marche si è arrestato nel 2016 con il terremoto avvenuto tra Marche e Umbria, la sequenza sismica Amatrice – Norcia – Visso.
Da qui il crollo delle percentuali di visitatori, con conseguente crisi del ramo alberghiero marchigiano.
Finalmente dal 2019 uno spiraglio di luce, su cui si è iniziato a lavorare per migliorare ancora nel 2020.
Molte le strutture ricettive che aspettano la ripresa, tra quelle alberghiere e quelle extra alberghiere. 3 le strutture di lusso della regione, una a Fermo e 2 a Pesaro Urbino, anche esse in attesa che il turismo marchigiano ricomincia a vivere a pieno regime, per non parlare delle decine di agriturismi, Bed and Breakfast, probabilmente i più colpiti dalla crisi, per non parlare delle case vacanza a Porto Recanati.

NUMERI DEL RECUPERO

Il turismo delle Marche è una delle voci maggiori nella loro economia e i numeri ci dicono che tornerà a crescere velocemente e molte delle iniziative intraprese volgono proprio nella riuscita di questa risalita verso la crescita.
La spinta è arrivata dalla guida Lonely Planet che ha insignito le Marche del titolo di Top Destination 2020 e le ha messe al secondo posto della classifica Best in Travel.
Tra gennaio e ottobre 2019 gli arrivi hanno segnato +5,46% di arrivi e il +5,95% di presenze. La crescita finora è stata soprattutto a livello italiano, per quanto riguarda gli stranieri invece, ci sono stati, ma hanno ridotto il loro periodo di permanenza.
L'aeroporto già funzionale, ma che punta a un netto miglioramento, con i necessari investimenti per aprire a nuove tratte, punta a un turismo in arrivo dagli USA.
Come accennato prima, il 2020 vede in calendario molte iniziative che non faranno altro che invogliare chi volesse recarsi nel territorio, ci saranno celebrazioni raffaellesche, il Giubileo Lauretano con Niboli come testimonial.
Nel 2017 il turismo partiva da -70%, con arresto soprattutto nelle zone del cratere del sisma e -50% nelle aree più lontane dall'epicentro, grazie agli 11 milioni della comunità europea per la ricostruzione, si è avuta la rinascita e già da gennaio verrà presentato il nuovo piano 2020.
Per riaprire al mercato estero la regione Marche parteciperà a 30 fiere tra nazionali ed internazionali, in primavera 400 agenzie turistiche saranno sul territorio per degli educational tour.
Con il fine di creare un sistema turistico volto allo sviluppo e alla valorizzazione dell'offerta turistica, è nato il nuovo Testo Unico delle norme regionali in materia di turismo. Si mette l'accento sulla crescente domanda di qualità nei servizi offerti. Tra le novità, la possibilità da parte dei villaggi turistici e i campeggi di creare centri benessere senza il bisogno di SCIA e il permesso per i B&B di avere fino a 12 posti letto e non più solo 6.
Gli uffici di Informazione ed Accoglienza sono fonte di marketing e nell'ottica del miglioramento dell'intermediazione nasceranno le nuove forme di agenzia online.

COSE DA NON PERDERE

Questo e molto altro al solo fine di far rinascere il turismo nelle Marche e nelle sue perle:

  • URBINO: città simbolo del Rinascimento italiano, il centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. E' qui che nacque il grande artista Raffaello Sanzio e potrete visitarne la casa museo, dove trascorse la sua vita;
  • Il Castelllo di Paolo e Francesca: protagonisti del V canto dell'Inferno dantesco, la loro dimora è a Gradara, dove le mura medioevali sono le meglio conservate di tutta Italia. Nella Rocca sorge il Parco Ornitologico, completamente dedicato alla falconeria;
  • PESARO: città della musica, vide i natali di Giacchino Rossini, a lui dedicato l'omonico conservatorio che finanziò poco prima della sua morte;
  • FABRIANO: città della carta, patria degli omonimi fogli da disegno, adesso è il posto dove viene fabbricata la carta per le banconote. E' qui che potrete visitare il bellissimo museo a essa dedicata;
  • LORETO: centro spirituale italiano, con la reliquia della Santa Casa di Nazaret, dove si narra che nacque la Vergine Maria e dove restò fino all'annunciazione dell'Arcangelo Gabriele;
  • JESI: città natale di Federico II di Svevia;
  • ANCONA: capoluogo di provincia;
  • RECANATI: città di Giacomo Leopardi e dove troviamo molti luoghi da lui mensionati nelle sue opere.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close