Viaggiare in moto: I consigli per gli inesperti motociclisti

Cosa possono fare gli inesperti motociclisti per viaggiare in moto in maniera sicura e soddisfacente? Quali idee possono mettere in pratica per dare vita ad esperienze da urlo? Scopriamo insieme una serie di consigli che possono essere seguiti in tali casi, con la chance di cimentarsi in tragitti unici e ricchi di suggestioni.

Con quale spirito intraprendere un viaggio in moto

Quando ci si accinge all'organizzazione di un viaggio in moto, bisogna sapere come muoversi. Al giorno d'oggi, ognuno di noi può diventare un viaggiatore e spostarsi per qualsiasi motivazione. Ciò che conta è avere fin dall'inizio un'idea ben precisa sul da farsi. Le ragioni per intraprendere una simile esperienza possono essere le più disparate. Il viaggio a bordo di un mezzo motoristico a due ruote può garantire diversi spunti di massima felicità. Ad ogni modo, bisogna essere preparati ad una vera e propria avventura, portandosi con sé gli oggetti giusti e ricordandosi che non è possibile condurre troppi accessori. Dalla giacca alle calzature, passando ovviamente per il casco protettivo, nessun aspetto va lasciato in secondo piano. L'importante è godere fino in fondo dell'ebbrezza del movimento, trovando strade alternative e immergendosi nel paesaggio circostante. In tali occasioni, ciò che conta non è giungere subito alla destinazione finale, ma sentirsi in perfetta simbiosi con luoghi meravigliosi. In ogni caso non fatevi scoraggiare dalle statistiche 2020 per quanto riguarda il turismo. Ne abbiamo parlato gia qui, anche se in riferimento alle Marche. E' importantissimo partire con il migliore degli umori!

L'esigenza di avere una moto al massimo della propria efficienza

Il primo aspetto da monitorare quando si decide di viaggiare in moto riguarda il perfetto funzionamento di quest'ultima. Una revisione completa assume un ruolo fondamentale e va effettuata prima di un lungo tragitto. Il meccanico deve essere informato sui principali particolari del viaggio, dalla durata in giorni al chilometraggio, senza dimenticare il peso di chi guida il mezzo. Con tali elementi, è possibile completare una messa a punto sicura e garantita sia delle ruote, sia della moto stessa. Nel caso in cui la moto venga noleggiata appositamente per il viaggio, è necessario tenere d'occhio anche la relativa agenzia di noleggio, approfondendo ogni informazione specifica.

Quali indumenti trasportare per viaggiare in moto al meglio

Un buon viaggio in moto non può assolutamente prescindere dalla scelta dell'abbigliamento da portare con sé. In tali casi, considerando le dimensioni medie non proprio generose del mezzo meccanico, sarebbe opportuno non caricarsi troppo. A tal proposito, anche le dimensioni del bauletto giocano un ruolo importante insieme a possibili tasche esterne. Bisogna saper selezionare pochi e semplici indumenti mirati. Ci vogliono senz'altro due o tre magliette per un corretto ricambio, un pigiama per dormire, una felpa in caso di temperature basse. Dalla giacca a vento ai prodotti per il bagno, dagli occhiali da sole agli indumenti intimi, passando per un paio di calzature comode e una giacca a vento, non bisogna dimenticarsi proprio di nulla, ma senza esagerare con i carichi. Da non dimenticare infine gli interfoni per moto: come spiegato dai colleghi di latuamoto sono accessori che permettono di comunicare tra passeggero e pilota o tra differenti piloti.

Quali attrezzi avere a disposizione per un viaggio in moto senza rischi

Quando ci si accinge ad un viaggio a bordo di una moto, anche l'attrezzatura ha la propria rilevanza. Anche in questo caso, c'è davvero molto da fare. In primo luogo, un dispositivo mobile è necessario per restare sempre collegati con il resto del mondo. Un apparecchio del genere, inoltre, è predisposto per la geolocalizzazione e non fa perdere l'orientamento in alcun modo. I vari oggetti devono essere contenuti all'interno di una borsetta o di un marsupio, un gadget dall'estrema comodità che consente di portare accessori di valore. Gli auricolari e il microfono servono a molto nel caso di eventuali telefonate, con la chance di continuare a guidare in buona compagnia senza tralasciare la massima sicurezza. Inoltre, a bordo del serbatoio, è possibile aggiungere un pratico zainetto con calamite per aggiungere ulteriori oggetti di valore.

Come scegliere gli itinerari preferiti

A questo punto, non resta altro da fare che scegliere l'itinerario da percorrere. Al giorno d'oggi, è sufficiente collegarsi ad un sito Internet apposito per visionare numerose aree interessanti. Ciascuna regione mette a disposizione diverse tipologie di tragitti, tra i quali c'è solo l'imbarazzo della scelta. Dai blog specializzati ai social network, dalle piattaforme apposite ai diari di viaggio, le opportunità per trovare il percorso suggestivo non mancano. Ovviamente, bisogna stare attenti a non esagerare con il chilometraggio, specialmente se si utenti alle primissime armi. Inoltre, l'utilizzo di Google Maps è fondamentale perché consente di creare in maniera autonoma il proprio itinerario.

Le conclusioni per un viaggio in moto di assoluto rilievo

A questo punto, con tutti i consigli citati in precedenza, non resta altro da fare che prepararsi al meglio per un viaggio tutto da scoprire. Un motociclista inesperto dovrebbe comunque partire con un percorso non troppo lungo, magari arrivando fino ad un massimo di 200 chilometri al giorno. Il percorso va studiato in ogni singolo dettaglio, così come vanno stabiliti con precisione gli accessori da condurre con sé. Infine, una bella macchina fotografica a tracolla consente di immortalare i momenti più belli di un viaggio da sogno.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close